[ Torna all'inizio ]

[ Salta alla Ricerca ]

[ Torna all'inizio ]

[ Salta al Menù di navigazione ]

:

Sei qui: Home » PROMOZIONE » News » Leggi la notizia

[ Torna all'inizio ]

[ Salta ai Contenuti ]

[ Torna all'inizio ]

[ Salta al Login ]

02/02/2012 — Nuova riunione della Comissione prezzi delle uve e dei vini della Camera di Commercio

Nei giorni scorsi presso la Camera di Commercio di Benevento, si è riunita la Commissione prezzi delle uve e dei vini. Erano presenti alla seduta, oltre al Presidente della Commissione, Giuseppe De Ioanni, i componenti: Costantino Caturano, Giuseppe Colangelo, Carmine Coletta, Giuseppe Corbo, Mario Del Vecchio, Salvatore Falato, Flaviano Foschini, Elia Nicola Fusco, Luca Pulcino e Sivio Sebastianelli.

L’argomento principale trattato dalla Commissione inserito nell’ODG è stato quello di analizzare i prezzi dei vini commercializzati nel periodo compreso tra Dicembre 2011 e Gennaio 2012 prima di inserirli nel listino prezzi dei vini consultabili sul sito della camera di commercio di Benevento. A tal riguardo è bene ricordare che il compito della commissione è quello di rendere trasparente le reali transazioni avvenute nel periodo preso in esame. Nel corso della seduta tutti i componenti della commissione, nell’ esaminare i prezzi dei vini commercializzati nel periodo in considerazione, hanno constatato un incremento considerevole del prezzo dei vini commercializzati all’ingrosso rispetto lo stesso periodo dello scorso anno, dovuto principalmente ad un calo record della produzione di vino in Italia per effetto del crollo di circa il 14 per cento della raccolta di uva nella vendemmia 2011.

A fare da contraltare, poi, c’è l’ottimo risultato registrato per la vendita di vino italiano all’estero con un aumento delle esportazioni di circa il 25 per cento in valore nel 2011. Ciò, sicuramente, non basta per far fronte alle problematiche economiche del comparto, ma è comunque un segnale positivo che fa sperare un futuro più confortevole su tutta la filiera vitivinicola.

I componenti della Commissione, quindi, dopo aver esaminato minuziosamente i dati a loro disposizione hanno stilato la seguente tabella contenente i prezzi dei vini, per tipologia, indicando per ciascun di essa il valore più alto e quello più basso espresso in euro: Vino Bianco 4,40 €/ett/grado – 4,60 €/ett/grado; Vino rosso 4,10 €/ett/grado – 4,40 €/ett/grado; Falanghina DOC 1,00 €/Lt –1,10 €/ Lt; Falanghina IGT 0,80 €/Lt – 0,90 €/Lt.; Greco DOC 1.15 €/Lt – 1.30 €/Lt. *; Greco IGT 1.00 €Lt – 1.10 €/Lt* ; Coda di Volpe DOC 0.80 €/Lt – 0.90 €/Lt* ; Coda di Volpe IGT 0.75 €/Lt – 0.85 €/L*; Barbera DOC 0.95€/Lt – 1,00 €/Lt; Barbera IGT 0.85 €/Lt – 0.90 €/Lt; Aglianico DOC 0,90 €/Lt – 1,00 €/Lt ;Aglianico IGT 0.70 € / Lt – 0.80 €/ Lt; Fiano DOC 1.15 € /Lt – 1.30 € Lt *; Fiano IGT 1.00 € /Lt – 1.10 € Lt *. I prezzi di cui sopra sono riferiti per quantitativi commercializzati di almeno 300 Hl, franco cantina messo in cisterna.

* per queste tipologie di vino i prezzi si riferiscono, per lo più, a quantitativi medio piccoli commercializzati.

Dai prezzi indicati in tabella si mette in risalto che la variabilità degli aspetti qualitativi influenza sicuramente il prezzo dei vini che si traduce in una forbice, per alcune tipologie di vini, a volte abbastanza ampia nel valore più alto e più basso. Ciò, ovviamente, non dipende certamente solo dalle tecniche di vinificazioni adottate, ma, conta molto la zonizzazione (pianura o collina), la forma di allevamento adottata (a spalliera, a tendone, a raggiera, ecc.), le modalità di raccolta e non ultimo l’aspetto fitosanitario delle uve.

[ Torna all'inizio ]

Ultime Notizie

Archivio Notizie